Galleria Massimo De Carlo

Sede Via Giovanni Ventura 5, Milano 20134 -  Mappa
Informazioni Tel +39 02 70003987 | info@massimodecarlo.it | http://www.massimodecarlo.it/



Comunicato stampa evento: GASKELL | AIRO’ | BERTI

Dal Friday 07 October 2005
al Monday 07 November 2005

Gli artisti correlati Anna Gaskell, Mario Airò, Simone Berti
ANNA GASKELL
MARIO AIRO’
SIMONE BERTI


INAUGURAZIONE:
venerdì 7 ottobre 2005 - ore 19.00
In occasione di Start, manifestazione che coinvolgerà 24 gallerie milanesi durante un intero fine settimana di inaugurazioni contemporanee, la galleria terrà il seguente

orario:
sabato 8 ottobre / domenica 9 ottobre: dalle ore 12.00 alle ore 20.00.



ANNA GASKELL - sala 2
1991

La nuova serie di lavori di Anna Gaskell è legata a un particolare momento, il “1991”, e a una serie di avvenimenti della sua vita privata.

L’artista sviluppa la sua ricerca all’interno della memoria, e alla sorprendente capacità della medesima di scivolare via e ricrearsi altrove attraverso la costruzione di una mitologia del passato e, di conseguenza, di un nuovo piano di realtà.

La strategia dell’artista è partire da ciò che resta nella memoria di una collettività ristretta e intima. Per fare ciò, ha chiesto a ognuna delle sue sorelle, separatamente, il loro punto di vista su alcuni eventi familiari di quel periodo. Questa indagine ha prodotto un corpo narrativo intenso ma discontinuo e contraddittorio. Il desiderio di
poter riabbracciare nella sua interezza il passato è costantemente frustrato da una messa in scena per immagini che eccede in incomunicabilità e che attinge prepotentemente al paesaggio sommerso del simbolico. Un simbolismo in senso pieno, contenitore degli opposti, conciliatore di ciò che appare irrimediabilmente distante.

Anna Gaskell ci trascina così in un immaginario fatto di paesaggi frammentati, azioni tagliate e non concluse, spezzoni di storie intime non risolte ed evocatrici dei migliori incubi della nostra vita.

Anna Gaskell è nata a Des Moines, Iowa, USA nel 1969. Vive e lavora a New York, USA. Nel2005 ha esposto al Neuberger Museum of Art, New York, al Museum of contemporary Art,
Cleveland, al Detroit institute of art, al Museum of contemporary art, Chicago. In Europa ha esposto nel 2004 al Guggenheim museum di Bilbao e, in una personale, al Castello di Rivoli in Italia nel 2001.


-----------------------------------------------------------------------


MARIO AIRO’ - sala 1
… DOPO

In occasione della sua personale presso la Galleria Massimo De Carlo, Mario Airò presenta tre lavori: un pannello bianco con qualche punto luminoso, dove si intravede un segno che appare e scompare a seconda dell'incidenza della luce; l'immagine diviene un'apparizione nebulosa, vaga, un frutto della nostra relazione con l’oggetto.

Una panchina, la cui seduta è costituita da un frottage di una grossa pietra, uno scoglio in riva al mare; l'immagine trasfigura la pietra, non la restituisce, eppure palesa qualcosa della sua natura, qualcosa che rimanda anche ad altre nature; l'immagine le fa comunicare tra loro...
Su di una carta è tracciato un labirinto, la riproposizione di un segno arcaico, con dell'acrilico nero: su questo segno – nei punti in cui guizza, si torce – sono posizionati degli scheletri di ricci di mare, cupolette dall'intrinseca geometria, condensazioni dell'energia che anima il segno stesso.

Ciò che accomuna queste opere è più un atteggiamento che un metodo. Un atteggiamento concentrato, un silenzio di fronte all'esperienza del mondo e delle cose, un non voler dire ma lasciar dire e seguire e dipanare il sottile filo di sollecitazioni che l'esperienza delle cose ci restituisce.

Mario Airò è nato a Pavia nel 1961. Vive e lavora a Milano e Radda in Chianti (Siena). I suoi lavori sono stati presentati nel 2005 alla 1 Moscow Biennale of Contemporary Art, Mosca; nel 2004 alla Kwangju Biennale e in Spazi atti/Fitting Space: 7 artisti italiani alle prese con la trasformazione dei luoghi, a cura di Jean-Hubert Martin e Roberto Pinto presso il PAC Padiglione d’Arte Contemporanea a Milano. Nel 2001 espone in una personale alla GAM di Torino, La stanza dove Marsilio sognava di dormire... e altri racconti, a cura di Alessandra Pace; nel 2000 ancora una personale alla Kunsthalle di Lophem. Hanno ospitato suoi lavori in mostre collettive, tra gli altri, il Castello di Rivoli, il Museum of Contemporary Art di Tokyo, lo S.M.A.K. di Gent, la Triennale di Milano.

------------------------------------------------------------------------


SIMONE BERTI - sala 3
RIDING THE SPECIFIC GRAVITY TRAIN

Nella serie di lavori presentati presso la Galleria Massimo De Carlo, Simone Berti affronta il tema della macchina, concetto a lui caro e presente fin dagli esordi – dai quadri con macchinari, oggetti e animali alle sculture, dal bancone da bar, all'orticello sulle molle, alle foto e video che, pur essendo marchingegni spesso fermi o bloccati, hanno una
forte tensione verso un potenziale movimento.

Un vecchio go-kart viene trasformato in una macchina la cui destinazione d'uso è incerta: meccanismo di un'industria che produce attrezzi agricoli, congegno da guerra, utensile da minatore.

Completano l’installazione una serie di quadri su sfondo nero in cui l’artista approfondisce il binomio macchina/architettura attraverso la
tecnica del dipinto.

Simone Berti è nato a Adria nel 1966. Vive e lavora a Milano. Nel 2005 si ricorda la personale presso la GAMeC di Bergamo, la collettiva Domicile: Privé / Public presso il
Musée d’Art Moderne de Saint-Etienne a cura di Lóránd Hegyi. Nel 2004 partecipa al progetto I nuovi mostri: Una storia italiana, a cura di Massimiliano Gioni per la Fondazione Nicola Trussardi, Milano; nel 2002 alla mostra ExIT: Nuove geografie della creatività italiana, a cura di Francesco Bonami presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino. Nel 2001 partecipa alla 7th International Istanbul Biennial e si ricorda la sua presenza a Manifesta 3, Borderline Syndrome. Energies of Defence nel 2000 a Lubiana, a cura di Francesco Bonami, Ole Bouman, Mária Hlavajová e Kathrin Rhomberg.


Galleria Massimo de Carlo
via Giovanni Ventura, 5 I-20134 Milano
tel. +39 02 70003987
fax +39 02 7492135 +39 02 45487527
info@massimodecarlo.it


© ArsValue srl - P.I. 01252700057