ArsKey Magazine | Articolo


"Elettroshock" a Pechino
Autore: ArsKey
Data: 24.03.2006

vai alla pagina
A Pechino, alla Central Academy of Fine Arts, il 25-26 marzo, e il 1-2 aprile pomeriggio, inaugura la  rassegna ELETTROSHOCK Il video in Italia dagli anni ’70 a oggi (1973-2006), a cura di Bruno Di Marino e Lara Nicoli, in collaborazione con Monica Piccioni e Rosario Scarpato di offiCina ltd.
 
Elettroshock è una retrospettiva di circa 15 ore sul video italiano, una ricognizione storica sulle varie forme di arte elettronica che si sono succedute nell’arco di tre decenni: dalla videoarte al videoclip musicale, dal videoteatro alla videodanza, dal documentario alla computer animation, dalla videopoesia alla performance.



In programma vi sono circa 90 opere e oltre 80 autori: Fabrizio Plessi, Studio Azzurro, ELASTIC Group of Artistic Research, Roberto Cuoghi, Gea Casolaro, Fabio Massimo Iaquone, Theo Eshetu, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Sandro Chia, Socìetas Raffaello Sanzio, Michelangelo Antonioni, Claudio Ambrosini, Michele Sambin, Guido Sartorelli, Piccolo Sillani, , Piccio Raffanini, Ambrogio Lo Giudice, Cocito e Pastore, Mario Sasso, Nicola Sani, Daniele Persica,  Manuele Bossolasco, Marco Amorini, Saul Saguatti, Bart Sailer,  Francesco Fei, Salvo Cuccia, Guido Vanzetti, Giuseppe Laganà, , Correnti Magnetiche, Claudia Muratori, Ago Panini, Davide Catraro, Marvin Milanese, Alberto D’Amico, Annalisa Corsi, Leonardo Romoli, Alvise Renzini, Direct2 Brain, Massimo Arduini, Alba D’Urbano, Salvo Cuccia, Lamberto Bava, Stefano Salvati,  Paola Sangiovanni, Monica Petracci, Donatella Landi,  Bianco-Valente, Carlo Sìgon, Gabriela Corini, Motus,  Gaetano Morbioli, Carloni-Franceschetti, , Roberta Torre, Asia Argento, Ilaria Freccia, Alessandra Pescetta, Giacomo Verde, Valentina Coccetti, Alberto Signetto, Carlo Mazzacurati, Mauro Santini, Alberto D’Amico, Leonardo Carrano, Christina Kubisch, Italo Pesce Delfino, Teatrino Clandestino, Mario Canali, Giovanni Scarfini, Anna De Manincor, Michele Buono, Carmine Fornari, Piero Riccardi, Alex Infascelli, Corte Sconta, Kiko Stella, Pappi Corsicato, Bruno Bigoni, Alessandro Salaorni, Fabio Bianchini, Manetti Bros, Ciprì e Maresco,  Ra Di Martino, Gianfranco Giagni.



Proposta originariamente in versione più ampia a Roma nel 2001 questa edizione di Elettroshock pensata per la Cina (visibile prima alla Central Academy of Fine Arts di Pechino, poi al Guangdong Museum of Art di Canton) presenta diverse integrazioni e aggiornamenti. Attraverso una serie di percorsi incrociati Elettroshock tenta di raccontare solo una parte di un’avventura culturale ed estetica ancora poco esplorata promuovendo all’estero opere particolarmente interessanti sotto il profilo della sperimentazione. La cura della rassegna è di Bruno Di Marino - tra i principali esperti italiani di sperimentazione audiovisiva - e Lara Nicoli, giornalista di Raitre regionale e del quotidiano “Europa”, in collaborazione con Monica Piccioni e Rosario Scarpato di offiCina ltd. (societa’ di scambi culturali e comunicazione situata all’interno della Fabbrica 798 nel distretto artistico di Dashanzi a Pechino).

“Elettroshock” è uno degli eventi dell’Anno dell’Italia in Cina ed è stata resa possibile grazie al contributo dell’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, di Cathay Pacific e dall’attiva collaborazione tra offiCina ltd. - promotrice dell’evento - la Central Academy of Fine Arts di Pechino ed il Guangdong Museum of Art di Canton.







© ArsValue srl - P.I. 01252700057