ArsKey Magazine | Articolo


ElectroHype: quinta Biennale di computer e digital art al Konsthall di Malmö
Data: 18.11.2008

vai alla pagina
Si terrà al Konsthall di Malmö la quinta biennale di computer e digital art ElectroHype. Quattordici lavori di dieci artisti da tutto il mondo sono stati selezionati dai curatori Anna Kindvall e Lars Gustav Midbøe e rimarranno nello spazio espositivo di 1200 metri quadri fino al 25 gennaio del 2009. Quest’anno è il concetto di tempo, e quello a esso correlato del succedersi degli eventi naturali, a fare da filo conduttore per le opere esposte. Nel corso della visita, lo spettatore è invitato a confrontarsi con opere interattive: macchine metodiche semoventi oppure oggetti animati da motori o controllati da precisi algoritmi. Alcuni lavori mettono in discussione la percezione ordinaria del mondo, del tempo o la stessa presenza fisica del fruitore.

Una serie di conferenze scientifiche dal titolo “The whole is more than the sum of its parts”, vertendo su temi di ricerca affini a quelli affrontati dalle opere esposte, arricchisce il programma della quinta edizione di ElectroHype.


La prima esibizione della Nordic and International Computer Based Art venne presentata a Malmö nel 2000. Da allora l’esibizione è cresciuta sino a trasformarsi in una regolare biennale. L’ultima edizione si è tenuta nel 2006 al Konsthall di Lund, mentre era già stata ospitata a Malmö la terza edizione, quella dell’inverno 2004-2005.


Questi i nomi degli artisti ospitati: Doug Back (Canada), Ralf Baecker (Germania), Kerstin Ergenzinger (Germania), Serina Erfjord (Norvegia), Jessica Field (Canada), Voldemars Johansons (Lituania), Diane Morin (Canada), Kristoffer Myskja (Norvegia), Erik Olofsen (Olanda), Bill Vorn (Canada).






© ArsValue srl - P.I. 01252700057