ArsKey Magazine | Articolo


Sulla linea della linea. Cross the line: un workshop sul disegno a Bologna
Autore: ArsKey
Data: 13.02.2009

vai alla pagina
Vai all'evento: Sulla linea della linea. Cross the line

Vai alla sede: Palazzo D’Accursio

Gli artisti correlati: Andrea Contin


Si terrà sabato 14 febbraio dalle 10.00 alle 13.00 all'interno della Cappella Farnese di Palazzo d'Accursio, nel cuore del centro storico di Bologna, il workshop sul disegno d'arte intitolato Sulla linea della linea. Cross the line. Al workshop, organizzato con il sostegno di G Friends, l'Associazione degli Amici del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi di Firenze (presieduta dall'avvocato Andrea Pizzi) e moderato dall'avvocato Michela Cocchi, parteciperanno, fra gli altri: Marzia Faietti (direttore Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, Firenze); Fabiola Naldi (storica dell'arte e curatore, Bologna) e Milena Naldi (storica dell'arte e consulente d'arte antica, Bologna). Queste ultime parleranno del disegno secondo una prospettiva principalmente storico-artistica, ma il tema del disegno sarà affrontato anche da punti di vista paralleli: l'incontro sarà infatti arricchito da alcuni interventi di rappresentanti del mondo dell'impresa e del mercato dell'arte, oltre che dalla testimonianza di altri esponenti del mondo museale.

Sulla linea della linea. Cross the line vuole essere infatti un momento di approfondimento dedicato al tema del disegno nelle sue più svariate accezioni. Verranno ripercorse le vicende che hanno fatto la fortuna di questa peculiare forma d'espressione artistica, e segnato al contempo alcune importanti tappe della storia dell'arte, dal Rinascimento ai nostri giorni.

Il workshop sarà anche l'occasione per presentare una selezione di disegni di Andrea Contin (Padova, 1971), artista eclettico che si muove a suo agio tra video, scultura e performance, mantenendo sempre costante l'interesse per il disegno in tutte le sue forme, che sia appunto grafico, schizzo preparatorio o rielaborazione concettuale di un segno in funzione di altri progetti. Contin ha all'attivo mostre personali (6° Premio Europeo Arteviva '94, Senigallia, Palazzo del Duca; Collezioni. I miei istinti primari, Teatro Miela, Trieste; Freezer, Fioretto arte contemporanea, Padova; Zoom, Bologna; S'i' fosse foco e Caustrofilia, da Zone c/o Graffio, Bologna; Albergo diurno, Loft Arte, Valdagno; I facchini sono sempre innamorati, Placentia Arte, Piacenza; Versus da Arte & Ricambi, Verona e al Circuit di Losanna) e partecipazioni a numerose collettive (Enola Play, presso la galleria Antonio Colombo di Milano, Tensio alla Galleria d'Arte Contemporanea di Monfalcone, Gemine Muse ai Musei Civici degli Eremitani di Padova e Last Minute, all'ex ospedale Soave di Codogno).

Quello di Cross The Line è il secondo appuntamento del 2009 di BeVHAG, il programma concepito dall'avvocato Michela Cocchi per l'integrazione e l'inserimento di una politica di promozione dei Diritti Umani all'interno della strategia d'impresa. BeVHAG, dove VHAG è l'acronimo di "Be Visionary, Hairy, Ambitious, Goal", motto centrale nella teoria economica proposta lo scorso decennio dai docenti James Collins e Jerry Porras, si ispira ad uno studio lungo sei anni che i due ricercatori della Harward Business School hanno condotto per scoprire come mai certe aziende siano riuscite a crescere per lunghi periodi di tempo, ottenendo risultati di gran lunga migliori rispetto a quelli conseguiti da altre aziende. Collins e Porras hanno interpellato top manager provenienti da tutto il mondo, chiedendo loro di indicare il nome delle aziende del loro settore che soddisfacessero dei precisi requisiti e hanno così scoperto che le migliori aziende "perseguono un insieme di scopi. Tra di essi, quello di fare soldi è solo uno scopo tra gli altri, di certo non il più importante". Le cosiddette "aziende visionarie" ricercherebbero sì il profitto, ma guidate "da un'ideologia fondamentale, da valori intrinseci e da un senso della loro utilità che va al di là del semplice produrre dei profitti”.

Sulla linea della linea. Cross the line
Cappella Farnese, Palazzo d'Accursio - Piazza Maggiore, Bologna
sabato 14 febbraio 2009, ore 10.00 – 13.00
ingresso libero

In copertina:
Andrea Contin, Mi dispiace di morire (ma son contento), 2001, installazione, materiali: resina poliuretanica, corda, lavatrice





© ArsValue srl - P.I. 01252700057