ArsKey Magazine | Articolo


Al via a Londra la Frieze Art Fair.
Autore: Rita Salis
Data: 12.10.2011

vai alla pagina
Vai all'evento: Frieze Art Fair 2011

Vai alla sede: Frieze - Regent’s Park




É iniziato il conto alla rovescia per una delle più attese e innovative fiere autunnali, la londinese Frieze Art Fair. I preparativi nella tensostruttura realizzata dal giovane studio di architetti Carmody e Groarke a Regent Park sono ormai agli sgoccioli per la nona edizione della fiera, che sarà aperta al pubblico dal 13 al 16 ottobre.

Con la partecipazione di 173 gallerie provenienti da 33 paesi diversi, quest'evento per la ricchezza e varietà degli artisti presenti è sicuramente uno fra i più importanti della stagione, anche per comprendere come il mercato dell'arte contemporanea reagisce alla crisi non ancora superata. Per l'Italia saranno presenti nomi collaudati del settore: Galleria Giò Marconi, Massimo De Carlo e Zero da Milano, da Torino la Galleria Franco Noero, da Napoli la galleria T293 e Raucci/Santamaria, infine da Roma la Galleria Lorcan O’Neill. Nessuna galleria italiana è quindi presente nella sezione “Frame”, dedicata a giovani gallerie attive da meno di sei anni. In questa parte spicca invece la presenza di gallerie emergenti latino americane, che si preannunciano ricche di novità e gradite sorprese (possiamo citare tra le altre : Ignacio Liprandi Arte Contemporaneo dall'Argentina, Revolver dal Perù, Casas Riegner Gallery dalla Colombia). Tra le caratteristiche vincenti di questo appuntamento ci sono sicuramente tutte le iniziative collaterali, che tra concerti, lectures, installazioni site-specific e incontri, animano per tre giorni la città.

Nell'English Garden, sarà ospitata la sezione “Sculpture project”, che quest'anno si preannuncia ancor più importante a livello internazionale rispetto alle passate edizioni, per la presenza di artisti come: Tom Friedman Kiki Smith, Thomas Houseago e Claudia Fontes. La rassegna “Frieze Projects”, curata quest'anno da Sarah McCrory, propone la realizzazione di opere site-specific realizzate da: Bik Van der Pol, Oliver Laric, Peles Empire, Laure Prouvost il francese Pierre Huyghe che propone un acquario, il tedesco Christian Jankowski metterà in vendita uno yacht, il gruppo LuckyPDF che inviterà ad esporre cinquanta artisti, mentre Cara Tolmie si occuperà con la sua installazione attraverso la voce del ruolo della narrazione. Molto interessante anche la sezione “Talk”, dove si potranno ascoltare artisti del calibro di Daniel Buren e Alison Knowles, una delle fondatrici di Fluxus. Come hanno sostenuto i due direttori Amanda Sharp e Matthew Slotover nell'intervista curata da Stella Kasian su Arskey Megazine, uno dei punti forti di questa fiera, oltre alla presenza di tanti eventi legati ad essa che la rendono non soltanto un luogo per la promozione e la vendita dell'arte contemporanea, è la presenza di artisti viventi, che crea un ambiente ancora più dinamico e ricco di attrattive.

Contemporaneamente da Christie’s aprirà anche quest'anno “Multiplied” fiera dedicata alle edizioni d'arte, con una selezione di quaranta gallerie da tutto il mondo e che è sponsorizzata da “Wallpaper”. Per maggiori informazioni sull'ingresso potete visitare il sito ufficiale http://www.friezeartfair.com/


Leggi anche:

Lo spettacolo sta per cominciare. Intervista con i Direttori di Frieze
Art Fair
http://www.teknemedia.net/magazine_detail.html?mId=8909






© ArsValue srl - P.I. 01252700057