ArsKey Magazine | Articolo


Più che arte? … Artissima 18, la grande fiera dell’arte contemporanea
Data: 31.10.2011

vai alla pagina
Vai all'evento: Artissima 18




Dal 4 al 6 novembre 2011 Torino ospiterà la nuova edizione di “Artissima”, la nota fiera d’arte contemporanea che ha il merito di portare in città le opere di circa centocinquanta gallerie, sia italiane che straniere, selezionate dal comitato apposito e suddivise in sezioni per approfondire le diverse sfaccettature del mondo dell’arte contemporanea. Per il secondo anno consecutivo la direzione artistica è stata delegata al curatore e critico d’arte Francesco Manacorda e la location sarà nuovamente l’OVAL, la nuova struttura polivalente dell’area tra il Lingotto e il Villaggio Olimpico di Torino. La Fiera destinata alle diverse forme artistiche contemporanee è presente sull’odierna scena dell’arte nazionale ed estera da diciotto edizioni con le maggiori gallerie e gli artisti più quotati a livello internazionale. Suddivisa in varie sezioni, la mostra proporrà al pubblico numerose opere di artisti contemporanei e permetterà a giovani talenti emergenti di farsi conoscere. Per quest’anno le sezioni previste sono quattro: la Main section, ovvero la sezione con le gallerie più rinomate e rappresentative del panorama artistico mondiale selezionate dal Comitato promotore, la New Entries, ovvero la sezione che propone venticinque gallerie emergenti provenienti da undici Paesi differenti. La sezione Present Future, dedicata a lanciare nuovi talenti, quest’anno presenta sedici artisti emergenti, mentre la Back to the Future, inaugurata nella scorsa edizione, presenta le collezioni di artisti degli anni Sessanta e Settanta con l’obiettivo di rilanciare gli artisti che non hanno ricevuto il giusto riconoscimento, ma che hanno contribuito ugualmente alla crescita delle varie forme dell’arte.

Anche per quest’anno Artissima porta avanti il percorso di ricerca sullo scenario futuro dei musei, avviato la scorsa edizione con la Casa delle Contaminazioni. Il programma presenta, infatti, due diversi progetti, autonomi ma al contempo fortemente connessi l’uno all’altro: il primo “Approssimazioni razionali semplici”, ideato dall’artista torinese Lara Favaretto in collaborazione con Francesco Manacorda, si svolgerà all’interno della fiera; mentre il secondo “Artissima-Lido”, nonché novità dell’edizione, animerà il centro di Torino con un programma di mostre e eventi sperimentali al di fuori della fiera e dei suoi orari di apertura. Nel quartiere medioevale del Quadrilatero Romano, ad esempio, ci saranno spazi no-profit gestiti da artisti provenienti da tutta Italia. Alla Fiera, inoltre, sarà presente per la settima edizione anche l’iniziativa Ascolta chi scrive, in cui critici e giornalisti che si occupano di arte o di economia all’interno di importanti testate nazionali e straniere accompagneranno i visitatori, come “guide” d’eccezione, in un percorso di propria scelta tra gli stand delle gallerie. Queste sono solo alcune delle molte iniziative presenti ad Artissima 18, ma non mancheranno mostre, performance, proiezioni e concerti con lo scopo di avvicinare il pubblico al regno dell’arte contemporanea, spesso vissuta come elitaria.










© ArsValue srl - P.I. 01252700057