ArsKey Magazine | Articolo


Gribaudo e Fontana e la Cronaca di un viaggio americano – Museo del Novecento Milano
Data: 07.02.2012

vai alla pagina
Vai all'evento: Presentazione del Volume: Ezio Gribaudo e Lucio Fontana

Vai alla sede: Museo del Novecento

Gli artisti correlati: Lucio Fontana





Caro Gribaudo […]
Stanotte mi sono sognato

che tu e due ninfette distribuivate il mio volume

alla inaugurazione della mia mostra di Parigi

che bel sogno!!
Ciao e cari saluti tuo Fontana.

La cronaca di un rapporto professionale che diventa poi amicizia tra l’editore Ezio Gribaudo e l’artista Lucio Fontana mentre lavorano insieme per la realizzazione del libro: Devenir de Fontana nel 1961. La narrazione di un’esperienza affascinante, culminata con il viaggio a New York nel novembre dello stesso anno in occasione della mostra di Lucio Fontana alla Galleria Martha Jackson; dove l’artista rimane folgorato dalle architetture della metropoli americana che daranno poi vita alla memorabile serie di opere realizzate su lastre di rame e denominate: Concetto Spaziale, New York.

E’ tutto questo e molto altro il libro Ezio Gribaudo e Lucio Fontana Cronaca di un viaggio americano, che sarà presentato giovedì 9 febbraio alle ore 18.00 al Museo del Novecento.
Con Ezio Gribaudo interverranno Stefano Cecchettto, curatore del libro, ed Enrico Crispolti, autore della prefazione, illustrando il vero e proprio diario di bordo che racconta – attraverso le foto, le lettere, i ricordi personali – il cammino parallelo di un’esperienza comune vissuta dai due amici nel contesto di un periodo storico affascinante fatto di relazioni e incontri straordinari con i protagonisti dell’arte moderna internazionale.

Durante la serata sarà proiettato anche il cortometraggio Viaggio a New York 1961, un film di Ezio Gribaudo e Francesco Aschieri girato in occasione della mostra di Lucio Fontana alla Galleria Martha Jackson di New York nel novembre 1961. Inedito fino ad oggi, il film di Ezio Gribaudo si rivela uno straordinario documento dell’epoca, oltre che la narrazione per immagini di un’amicizia complice e sincera che influenzerà profondamente le vite di entrambi.

Ezio Gribaudo, artista geniale e fuori dagli schemi, è stato il primo grande editor di libri d’arte in Italia. Editor, non editore, perché Gribaudo, dal 1959 al 1976, è direttore editoriale dell’industria tipografica Fratelli Pozzo di Moncalieri (diventata poi Pozzo Gros Monti), famosa per la stampa degli inconfondibili orari ferroviari dalla copertina gialla e negli stabilimenti di Foligno il mitico calendario Barbanera. Per la Pozzo, Gribaudo crea tante splendide monografie d’arte, ispirate ai volumi della casa editrice svizzera Skira. Proprio nell’ambito di questa attività, Gribaudo conosce artisti celebri come Marc Chagall, Lucio Fontana, Umberto Mastroianni, Hans Hartung, Wilfredo Lam, Siqueiros, Giorgio de Chirico, ManRay, Georges Mathieu, Francis Bacon, Sutherland, Henri Moore e tanti altri ancora, e stringe anche sodalizi importanti con i critici Michel Tapié e Pierre Restany, con la collezionista statunitense Peggy Guggenheim. Tra il1966 e il 1968 crea i “Flani” e i “Logogrifi”, opere precocemente postmoderne, realizzate con una tecnica ripresa dall’arte tipografica, che gli valgono un premio alla Biennale di Venezia del 1966.









© ArsValue srl - P.I. 01252700057