ArsKey Magazine | Articolo


Timothy Potts, nuovo direttore del J. Paul Getty Museum
Data: 20.02.2012

vai alla pagina
 
A seguito delle dimissioni di Michael Brand nel 2010 dovute a incomprensioni con l’allora presidente del Getty Trust, James N. Wood, a partire dal 1 settembre il J. Paul Getty Museum di Los Angeles avrà finalmente un nuovo direttore: Timothy Potts. Il cinquantatreenne di origine australiana, specialista in arte e archeologia antiche dopo un dottorato alla Oxford University, lascerà la guida del Fitzwilliam Museum di Cambridge, di cui è direttore dal 2008. L’attuale presidente del Getty Trust, James Cuno, afferma che la nomina è stata approvata all’unanimità dal consiglio di amministrazione, tra una rosa di sei candidati. Potts, considerato uno dei migliori direttori museali (in precedenza ha guidato la National Gallery of Victoria di Melbourne e il Kimbell Art Museum di Fort Worth in Texas), sembra infatti la persona più adatta a guidare la struttura del J. Paul Getty Museum, che comprende anche una fondazione, un istituto di ricerca e uno di conservazione. La sua visione e la sua esperienza, non solo da un punto di vista strettamente artistico, ma anche economico-gestionale, si rendono necessarie a tenere le redini di quattro realtà così differenti tra loro. Inoltre, la sua nota capacità di acquisire opere di grande valore (come le opere del Michelozzo, Bernini o Donatello per il Kimbell Art Museum) potrebbe rivelarsi fondamentale per un futuro ruolo su palco internazionale del museo, che già può competere con le maggiori collezioni private quanto a capolavori esposti.





© ArsValue srl - P.I. 01252700057