ArsKey Magazine | Articolo


A Milano con Leonardo grazie ed uno smartphone
Data: 06.04.2012

vai alla pagina

 
Chissà se Leonardo, grande “inventore” avrebbe mai potuto immaginare che un giorno gruppi di persone avrebbero potuto ripercorrere le tappe della sua vita ed avere informazioni su di lui attraverso un piccolo aggeggio che si tiene in una mano. Molto più che volare, storia raccontata senza bisogno di una biblioteca accessibile sempre, in ogni luogo, itinerari in cui non ci si può perdere, a volte la realtà supera la fantasia.

C’è chi adora la tecnologia, il progresso e chi lo guarda con diffidenza, chi addirittura lo vede come un pericolo.
La nuova frontiera degli ultimi anni è quella dello smartphone in cui telefonia ed internet si fondono per utenti che non possono non essere “in rete”. Le applicazioni (app) sono un vero e proprio universo di nuove possibilità che, se ben utilizzato e conosciuto, può tornare utilissimo sotto molti punti di vista nel facilitare azioni quotidiane e pratiche.

Che queste nuove potenzialità tecnologiche non siano solo un capriccio per gli appassionati sta cominciando ad essere recepito anche da alcune amministrazioni e molti sono i progetti avviati per sperimentare le potenzialità di queste tecnologie in sistemi di valorizzazione o di diffusione culturale. Il settore turistico ad esempio ha già da qualche tempo cominciato a guardare al potenziale delle app come ad una incredibile opportunità per sviluppare servizi in città, musei, luoghi di interesse artistico.

Così a Milano iI Museo della Scienza e della Tecnologia e la Fondazione Ibm Italia hanno lanciato un’applicazione per iPhone ed Ipad che guida attraverso i luoghi leonardiani per la città. Realizzato da Ibm Human Centric Solutions in collaborazione con Latitude Sedona, questo sistema è costruito con tecnologia Ibm Db2 e Websphere Application Server ispirato alle precedenti simili esperienze per Bolzano, Nettuno e New York.
“Leonardo Around”, questo il nome dell’applicazione, è scaricabile gratuitamente attraverso App Store e ci guida con approfondimenti e temi nei luoghi di Leonardo da Vinci. Guida nel vero senso della parola grazie ad un tour georeferenziato che permette di orientarsi nella città ed ottenere informazioni sui luoghi visitati (chiese, monumenti, palazzi, edifici pubblici) fatti di contenuti multimediali ed approfondimenti.

I luoghi mappati sono: Basilica di Santa Maria delle Grazie, Biblioteca Ambrosiana, Ca' Granda, Casa degli Atellani, Castello Sforzesco, Cavallo Monumentale, Cenacolo Vinciano, Conca dell'Incoronata, Conca di Viarenna, Conchetta del Naviglio Pavese, Chiesa di San Maurizio al Monastero    Maggiore, Chiesa di Santa Giustina, Chiesa di Santa Maria presso San Satiro, Duomo, Lazzaretto, Laghetto di Santo Stefano, Museo Bagatti Valsecchi, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, Museo Poldi Pezzoli, Monumento a Leonardo, Naviglio Grande, Naviglio Martesana, Palazzo Reale, Pinacoteca di Brera, Sacrestia Bramantesca delle Grazie.

Senza togliere campo alle guide professioniste che si rivolgono a gruppi di turisti e non a singoli viaggiatori, queste sperimentazioni sembrano andarsi ad affiancare a queste figure professionali in maniera complementare. In un momento di forte crisi in cui i tagli al sistema culturale appaiono così netti, puntare su veri sistemi di messa in rete e di condivisione sembra essere la soluzione vincente. La valorizzazione turistica è ciò su cui è necessario puntare con politiche intelligenti di progetti di rete. Un’applicazione utile non solo per il singolo turista, ma anche per i cittadini stessi che possono così usufruire di un servizio in più gratuito nella loro città e conoscerla meglio.

La tecnologia al servizio della cultura sembra essere una delle nuove frontiere, come la messa “in rete”, ovvero la condivisione libera e gratuita del sapere a cui le nuove generazioni sono già abituate.
Un modo nuovo per approcciarsi all’arte e ripercorrere la storia.







© ArsValue srl - P.I. 01252700057