ArsKey Magazine | Articolo


MiArt 2012: passato e presente in un continuum tra moderno e contemporaneo
Data: 10.04.2012

vai alla pagina
Vai all'evento: MiArt 2012


Ritorna l’annuale appuntamento con MiArt a Milano dal 13 al 15 aprile. Giunta ormai alla sua 17ª edizione, la Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea sarà momento cruciale di incontro e scambio culturale tra le gallerie più autorevoli del sistema artistico. Al centro della manifestazione la città di Milano, capace, da oltre un secolo, di imporre linee e forme all’architettura, al design, alla moda: modernista e contemporanea allo stesso tempo e capitale del mercato dell’arte. La città all’ombra della “Madonnina” incarna perfettamente la continuità dei due mondi, contemporaneo e moderno, che quest’anno saranno volutamente riuniti senza limiti temporanei in un’unica area espositiva completamente rinnovata. Una scelta che nella volontà del neo direttore Frank Boehm, nel ruolo anche di curatore della Fiera, vuole evidenziare espressamente le reciproche contaminazioni per presentare al meglio l’intero periodo rappresentato, dai primi del ‘900 fino ai nostri giorni. 

Gallerie e galleristi sono al centro di questo percorso espositivo, per proporre a collezionisti, curatori, direttori di musei e appassionati in genere, italiani e internazionali, le scelte operate in un momento storico innegabilmente difficile, approntate per questo alla qualità assoluta, in grado di soddisfare gusti e aspettative dei collezionisti. In questa direzione si collocheranno tutte le opere che saranno presentate a MiArt, rappresentative di artisti di ogni parte del mondo, promossi e sostenuti dall’attività delle gallerie che punteranno sull’eccellenza e la varietà delle opere esposte nelle diverse forme artistiche, dalla pittura alla scultura, dalle installazioni alla fotografia, dai disegni alla video art, dalle performance ai progetti speciali site specific. Il risultato dei progetti espositivi presentati direttamente dai galleristi sarà ancor più valorizzato dalle nuove sezioni: Established, che riunirà le gallerie con una storia consolidata sia nell’ambito moderno sia nel contemporaneo; Emergent, in cui saranno presentate le gallerie con artisti cutting edge; Solo/Double, che presenta mostre monografiche o confronti fra due artisti del passato o recentissimi; Special Project, che intende rendere merito a progetti curatoriali.

Non solo arte a MiArt 2012. Protagoniste dell’evento, infatti, saranno anche le arti “altre”: moda, design, architettura, eccellenze che da sempre fanno parte del dna milanese e a cui la fiera dedicherà un ricco calendario di eventi. La nuova comunicazione studiata da Federico Pepe, il programma di conversazioni a più voci di Milovan Farronato, il testo modernista e le sue ri-letture nella mostra curata da Giorgio Verzotti: tutto tende ad accompagnare e avvolgere il visitatore nella trasversalità delle discipline e delle epoche.

Grande attenzione in questa edizione sarà dedicata ai giovani artisti e alle giovani gallerie. Ai primi è infatti dedicato il “Premio Rotary Club Milano Brera per l’arte contemporanea e i giovani artisti”, che consiste nell’acquisizione di opere di artisti under 35 che sarà poi donata, insieme alla collezione sino ad allora raccolta, al costituendo MAC, Museo d’Arte Contemporanea di Milano. Il tema prescelto quest’anno è la pittura e la giuria sarà composta da Chiara Bertòla, Laura Cherubini e Christian Marinotti.

Opere d’epoca quindi esposte insieme ad altre realizzate in tempi recenti da giovani artisti, tutte caratterizzate da un minimo comune denominatore: l’astrazione di impostazione razionalista, espressa non solo in pittura, ma anche nella scultura, nell’installazione e nel video. Questo lo spirito di MiArt 2012.

In copertina:  WALTER DE MARIA Veduta di installazione The 5-7-9 Series 1992/1996 © Walter De Maria Courtesy of Gagosian Gallery





© ArsValue srl - P.I. 01252700057