Monica Bonvicini / Documentazione

Nato a: Venezia Italia



VISIONI DALL’INTERNO: SCHEDE SULLE ARTISTE
A cura di Emanuela De Cecco


MONICA BONVICINI (8 aprile)
Monica Bonvicini è nata a Venezia nel 1965, vive a Berlino dal 1986. Presente in numerose rassegne internazionali tra cui la Biennale di Venezia del 1999 dove le vince il Leone d’Oro (con Lambri, Esposito, Toderi, Pivi), e la Biennale di Istanbul del 2003, Monica Bonvicini, sempre nel 2003, ha esposto al Museo d’Arte Moderna di Oxford e (con Sam Durant) alla Secessione viennese.
Nel corso dell’ultimo decennio Monica Bonvicini ha prodotto video, installazioni e fotografie che investigano e rivelano i legami esistenti tra strutture architettoniche e strutture di potere. Interessata a decostruire la presunta neutralità dell’architettura e dell’arte moderna, Monica Bonvicini ne rilegge i pregiudizi, lo sguardo maschile dominante, ne mette a nudo non solo le mitologie a monte, ma i meccanismi economici, culturali e sociali che ne regolano l’esistenza. I suoi lavori invitano lo spettatore a stabilire un dialogo fisico con le opere sulle quali spesso si può camminare, ci si può stendere, le si possono toccare.
Per esempio in Plastered, un pavimento in cartongesso che si distrugge progressivamente con il passare del pubblico, l’artista invitando a compiere questa azione suggerisce una rilettura critica dello spazio neutro della galleria d’arte, in Destroy She Said l’artista guarda alla relazione tra lo spazio architettonico e i corpi femminili: in uno spazio apparentemente ancora in costruzione, una doppia proiezione mostra estratti da film degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, dove i corpi delle attrici sono costretti da elementi architettonici (contro un muro, una porta ecc.), nel video Hausfrau Swinging una donna nuda con la testa infilata in una casa di cartone, sbatte la testa contro i muri dell’angolo in cui si trova. Dietro al monitor il video è installato un angolo che ricorda quello presente nel video, che dà allo spettatore la sensazione di essere immerso nello spazio dove avviene la ripresa.



© ArsValue srl - P.I. 01252700057