Stampa  
FABBRICA DEL VAPORE - VARIE SEDI
Via Procaccini 4 | Milano
info@fabbricadelvapore.org
http://www.fabbricadelvapore.org/
DiD Festival. Danza interattiva e digitale

apre il: 14.12.2007
chiude il: 16.12.2007

Comunicato della mostra:
DiD Festival. Danza interattiva e digitale

Ariella Vidach - A.i.E.P

presenta

DiD Festival

III Edizione (Danza inMEDIAta Festival)

14 dicembre - 16 dicembre 2007

DiDstudio
C/o Fabbrica del Vapore
Via Procaccini 4 Milano

L’Associazione Ariella Vidach – AiEP presenta la terza edizione di Danza InMEDIAta, rinominata quest’anno DID Festival, unica vetrina italiana sulle arti performative che trovano nelle tecnologie interattive uno strumento per la creazione di nuovi scenari visuali.
La manifestazione - in programma dal 14 al 16 dicembre - sviluppa il tema del corpo in relazione allo spazio scenico, reale e virtuale.
Apre la rassegna venerdì 14 dicembre Christian Ziegler - collaboratore di William Forsythe nella realizzazione del cd-rom Improvisation Technologies - che allestisce wald – forest, una “foresta” di lampade al neon che, interagendo con il movimento della danzatrice Friederike Plafki, modificano l’intensità della luce e la qualità del suono. Un’architettura che dà vita a composizioni coreografiche in tempo reale e che viene messa a disposizione del pubblico al termine della performance.
Il 15 dicembre il gruppo sloveno Dum, con la partecipazione della danzatrice Rebecca Murgi, presenta Room&Road, performance in cui i fasci di luce programmati da un software configurano lo spazio.
Domenica 16, dopo Tell me di Alessandro Certini, vengono presentate le proposte di artisti emergenti: nella sezione “Splinter - giovani autori” Nadessja Casavecchia - vincitrice del concorso Milano in Digitale II - propone la performance interattiva B-Light Project, mentre Stefania Trivellin e Rebecca Pesce presentano Infiniti limiti, il loro primo progetto coreografico.
La manifestazione - realizzata con il sostegno del Comune di Milano, Settore Tempo Libero - prevede anche le proiezioni di videodanza a cura di Cro.me, nonché l’anteprima del documentario Bit Village di Roberta Pedrini, dedicato ai vent’anni di vita dell’associazione Avventure in Elicottero Prodotti / Ariella Vidach - AiEP.
E’ inoltre consultabile l’iPoint, punto informativo dedicato ai nuovi media digitali applicati all’arte e alla comunicazione, che mette a disposizione un ampio archivio di opere di artisti di fama internazionale.

PROGRAMMA
Venerdì 14 dicembre

20.30 Incontro con Christian Ziegler

Christian Ziegler presenta agli spettatori la sua ricerca, illustrando la collaborazione con William Forsythe nella realizzazione del CD-Rom Improvisation Technologies.

21.30 wald - forest di Christian Ziegler (Germania)
installazione interattiva per danzatori

Progetto e regia Christian Ziegler
Danza Friederike Plafki
Musica e suono Sandeep Bhagwati

Con il sostegno di LH München, PACT zollverein, ZKM Karlsruhe.

WALD – FOREST è un’istallazione interattiva per danzatori: Ziegler costruisce un ambiente performativo in cui danza, luce e suoni elettronici dialogano costantemente. Lampade al neon sono appese al soffitto, creando una foresta di luce che diventa organismo vivente; interagendo con gli elementi architettonici presenti, il performer ha l’occasione di comporre coreografie in tempo reale.
Alla fine della performance gli spettatori possono provare direttamente l’interattività messa a punto da Ziegler.

22.15 Proiezione video a cura di Enrico Coffetti / Cro.Me – Cronaca e Memoria dello Spettacolo
Con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Sabato 15 dicembre

21.00 Room&Road di Mateja Bucar (Slovenia)
Installazione performativa

Progetto e coreografia Mateja Bucar
Danza e assistenza alla coreografia Rebecca Murgi e Jonathan Pranlas
Concezione dello spazio Vadim Fishkin
Musica Random Logic
Produzione Association DUM / Ljubljana

Con il sostegno del Ministero della cultura della Repubblica Slovena e della Città di Ljubljana

Room and Road è un’installazione performativa che mette in scena un concetto innovativo di spazio. La scena viene continuamente ridefinita da fasci di luce gestiti da un software dedicato, secondo un dialogo costante tra l’ambiente interno (Room) e l’ambiente esterno (Road). I danzatori sono legati allo spazio performativo da un rapporto di interazione costante, che si definisce come il cuore stesso dello spettacolo.

22.00 Proiezione in anteprima del documentario Bit Village di Roberta Pedrini

Regia Roberta Pedrini
Immagini Louis Trautmann
Suono Riccardo Pasquali
Montaggio Fabrizio Paltenghi
Sonorizzazione Philippe Kohler
Produzione RTSI/Televisione svizzera, Osvaldo Tritten

Il documentario ripercorre i vent’anni di vita delle Associazioni Avventure in Elicottero Prodotti e Ariella Vidach - AiEP, mostrando le produzioni realizzate da Ariella Vidach e Claudio Prati. In viaggio tra Lugano, Milano e New York, i due protagonisti raccontano i progressi delle tecnologie interattive da loro utilizzate, e l’evoluzione del linguaggio interdisciplinare che fonda la loro ricerca.

Domenica 16 dicembre

21.00 Tell Me di Alessandro Certini
Primo studio

Ideazione multimediale Federico Bucalossi
Costruzione del movimento, voci Alessandro Certini
Sound design Spartaco Cortesi
Produzione Company Blu - Vidēa

Tell Me tratta il tema dell’identità che prende forma attraverso il complesso dialogo con se stessi. Il doppio digitale del protagonista parla, si muove e risponde a sé con codici, segni e simboli appartenenti ad un neolinguaggio non sempre decifrabile, legato ad un’interpretazione individuale. La struttura multimediale che crea l’ambiente scenico è costruita sul sistema S.Y.A. di motion detection.

21.30 SPLINTER - Brevi performance di giovani autori.

B-light project di Nadessja Casavecchia
performance interattiva vincitrice del concorso Milano in digitale II

Visual director Headvision (Roberto Zitolo)
Coreografia Nadessja (Nadessja Casavecchia)
Audio director Eniac (Fabio Battistetti)
Danza Alessio Attanasio, Nadessja Casavecchia

B-Light utilizza il real-time process, manipolazione performativa realizzata attraverso dispositivi digitali di interfaccia uomo-macchina che permette l’interazione tra danza contemporanea, musica elettronica e visual art. Grazie a questi meccanismi di interazione, il pubblico può prendere parte alla performance.

Infiniti limiti di Stefania Trivellin
performance di danza

Coreografia e danza Stefania Trivellin, Rebecca Pesce
Musica Mescalinaeden alias Luca Robba
Audio e video Giulio De Filippi

Il lavoro si configura come riflessione sui limiti spaziali entro i quali la danza si costringe. In un rettangolo le due interpreti si confrontano, oltre che con il limite spaziale, con i propri limiti. Il gioco di relazione diventa lotta per l'affermazione del sé, fino alla riduzione della libertà dell'altro. L'assenza di limiti è libertà?

• Dove

DiD Studio
c\o Fabbrica del Vapore
Via Procaccini, 4 – Milano

• Quando

Dal 14 al 16 dicembre 2007

• Prezzi

Biglietto singolo

Intero: 15 euro (comprensivo di tessera associativa annuale)
Ridotto studenti: 12 euro

Abbonamento intero Festival

Intero: 40 euro
Ridotto studenti e soci: 30 euro

• info e prenotazioni

Associazione Ariella Vidach – A.i.E.P. / DiDstudio
Via Procaccini, 4
20154 Milano
Tel/Fax 02 3450996
info@aiep.org
http://www.aiep.org - http://www.didstudio.org